Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Fronte Umbria - Umbertide Fronte Nazionale Presente alle Amministrative.

Il Fronte Nazionale è già al lavoro per presentare i propri candidati alle prossime elezioni amministrative di Umbertide. A dirlo è il Commissario Regionale per l’Umbria del Fronte Nazionale Giuseppe Castelli, che dopo vari incontri di lavoro nella sede di Pierantonio con il Segretario Provinciale Roberto Pierotti e gli altri vertici Umbri del partito, hanno insieme deciso di dare nuova linfa al territorio di Umbertide. E’ nostro intento dice Castelli, organizzare politicamente tutti coloro che si sentono come noi alternativi alla destra e alla sinistra. Siamo senza pregiudizi, guardiamo solo ai contenuti delle proposte e delle scelte politiche, a condizione che siano importanti per i cittadini che vivono sia ad Umbertide che nelle sue frazioni, perché siamo convinti che tali scelte devono essere sempre discusse ed elaborate con la partecipazione più ampia possibile della popolazione. Considerando che le ricette e le soluzioni politiche non sono uguali per tutti i Comuni, pensiamo di attivarci nel territorio di Umbertide con un programma specifico che tenga conto delle caratteristiche territoriali, culturali e sociali. Nello specifico noi Fronte Nazionale, vogliamo dare priorità ai cittadini che si sentono esclusi dalla scena politica, in particolare le persone in difficoltà economica, i disoccupati, i giovani e le piccole imprese che avrebbero voglia di partecipare e contare nelle scelte politiche che riguarderanno il futuro della nostra comunità. Sappiamo prosegue Castelli, che il nostro percorso sarà difficile a causa dei vecchi schemi che fino ad oggi hanno governato le amministrazioni ad Umbertide, vogliamo assolutamente essere alternativi, magari  conflittuali, piuttosto che adeguarci alla stagnazione politica che ha governato il territorio in tutti questi anni. La Sovranità appartiene al Popolo, la Sovranità è un bene inalienabile e indisponibile e per queste ragioni chi governa un Comune e le sue frazioni deve essere espressione dei Cittadini come previsto dalla Costituzione Italiana. Per queste ragioni il Fronte Nazionale sarà presente alle prossime elezioni amministrative ad Umbertide con un nostro progetto politico chiaro e soprattutto realizzabile, per il bene e nell’interesse dei Cittadini.
 
Giuseppe Castelli

Livorno - Inaugurata nuova Sede

Livorno 25 novembre, oggi insieme al segretario Provinciale Marco Porciani, ed al segretario cittadino Luciano Malara, alla presenza di una nutrita platea di iscritti e simpatizzanti si è inaugurata la nuova sede del Fronte Nazionale. Con l'occasione si sono affrontate tematiche inerenti ai problemi della Città, anche in vista delle prossime elezioni amministrative che dovranno vederci protagonisti. Da parte dei Militanti tutti, un sincero in bocca al lupo alla squadra livornese, il Fronte c'è, e continua a Crescere.

Fronte Perugia: Inaugurata la nuova Sede

Nella giornata di Sabato 7 ottobre a Pierantonio (PG), si è tenuta l’inaugurazione della nuova sede Provinciale del Fronte Nazionale. Oltre al Commissario Regionale Giuseppe Castelli e al Coordinatore per la Provincia di Perugia Roberto Pierotti, erano presenti il Neo Segretario cittadino di Gubbio Pasquale Marsico, il Responsabile Nazionale dell' Organizzazione Marco Braccini e il Segretario Nazionale del Fronte Giovani Andrea Brizzi. Numerosa la presenza di nostri “vecchi” tesserati e, con l’occasione, altri nostri amici e curiosi intervenuti hanno approfittato  per unirsi al nostro movimento. Il Fronte Nazionale nonostante il più completo ostruzionismo da parte della stampa locale, sta diventando una realtà sempre più importante. La forza del Fronte, stà nel rivolgersi a tutti, a prescindere dalla loro provenienza politica, razza. o credo religioso, in una sola parola il Popolo, quel popolo sempre più schiacciato dagli interessi dell'economia e del teatrino della politica, nelle nostre file ci sono persone “normali”, operai, impiegati, disoccupati, ex esponenti delle forze dell’ordine, tutti con ben chiaro in testa una cosa: lavorare per il bene della Nostra comunità. Le porte delle nostra nuova sede di Pierantonio e del Fronte Nazionale sono aperte a tutte le persone oneste che ci vogliono aiutare, Vi spettiamo.
 
Roberto Pierotti.

Fronte Umbria - Con i lavoratori della Perugina

Il Fronte Nazionale  con il commissario Regionale Giuseppe Castelli e il coordinatore Provinciale Roberto Pierotti era presente mercoledì mattina di fronte allo stabilimento della Perugina di San Sisto a supporto delle maestranze che stanno lottando contro la multinazionale Svizzera Nestlè per vedere riconosciuti i propri diritti e per la sopravvivenza stessa della Perugina, presenti per i lavoratori ma di certo non a sostegno delle sigle sindacali, movimenti e partiti politici che in questi anni nulla hanno fatto per impedire che si giungesse fino a questo punto. Storia lunga e gloriosa quella della Perugina che si fonde con la storia del nostro Paese, dalla sua nascita nel 1907 attraverso le due guerre mondiali, la ricostruzione post bellica, il miracolo economico degli anni 60, fino ad arrivare agli anni della crisi, all’acquisto da parte della CIR di De Benedetti ed infine alla vendita nel 1988 alla Nestlè, il resto è storia recente. Un marchio glorioso legato indissolubilmente alla città di Perugia e all’Umbria intera, marchio che sta ora seriamente rischiando di scomparire o in ogni caso di lasciare Perugia, come già successo per altri importanti marchi che hanno fatto la storia della Città, della Regione e del paese intero.  I segnali c’erano ed erano evidenti, bastava solo avere occhi per guardare ed onestà intellettuale per ammetterli, in questi anni in pochi però hanno avuto l’ardire e la coscienza  di mettere in guardia dal pericolo che incombeva sullo stabilimento di Perugia e bisogna riconoscere e dare atto a Carla Spagnoli Presidente del “Movimento per Perugia” di essere stata una di loro, inascoltata e finanche derisa da molte di quelle persone che mercoledì mattina fischiettavano davanti allo stabilimento di San Sisto, per poi accorgersi tardivamente che aveva ragione, la dismissione di uno dei marchi più importanti la “caramella Rossana”, lo sta a dimostrare. Noi del Fronte Nazionale ci auspichiamo che chi ha il potere di farlo si svegli e almeno per una volta faccia gli interessi dei lavoratori Italiani e del Nostro Paese invece.  
 
Roberto Pierotti - Giuseppe Castelli

Fronte Assisi: DASPO Urbano

Appare chiaro ai più, che l’intervento del Consigliere Comunale Avvocato Matarangolo (PD) in merito al DASPO Urbano introdotto dal Ministro dell’Interno Marco Minniti (PD) con il Decreto Legge n.14 del 20/02/2017,  sia la evidente dimostrazione della linea di condotta che l’Amministrazione Assisana a trazione PD, intende tenere per il mantenimento dell’ordine pubblico nel Nostro Comune, in poche parole Nessuna. Siamo convinti della correttezza nella minuziosa esposizione da lui fatta del Decreto in esame, in quanto stimato Avvocato, ma siamo altrettanto convinti che di altri stimati avvocati dispongano le Amministrazioni Comunali come ad esempio quelle di La Spezia, Salerno e Sesto San Giovanni, tanto per citarne alcune che in questi mesi hanno applicato decine e decine di DASPO Urbane anche riguardanti episodi di accattonaggio e parcheggio abusivo. Il caso di Sesto San Giovanni credo esemplifichi in maniera chiara quello che stiamo dicendo, in quanto nella Città Lombarda, un tempo nota come la “Stalingrado Italiana”, si è proceduto a decine e decine di DASPO Urbane, mi pare quindi chiaro che se c’è una forte volontà politica si possono fare ed anche velocemente. Volontà politica che in questo caso ci sembra chiaro che manchi, perlomeno da parte del Consigliere PD che non sappiamo a questo punto se parla a nome di tutta la Maggioranza o a titolo personale. Non si continuino a tirare in ballo scuse risibili tanto di moda a livello Governativo del tipo “lo dobbiamo fare perché ce lo chiede l’Europa”, è vero che il Decreto Minniti poteva e doveva contenere norme più chiare e stringenti, ma la necessità di accontentare o scontentare di meno tutte le diversissime anime del Governo ha come al solito creato una “schifezza normativa”, è però altrettanto vero come dimostrato da altri Comuni,  che le DASPO Urbane si possono ed anzi si devono fare, si dica quindi con chiarezza cosa intende fare in proposito il Sindaco. Come si può facilmente intuire il Nostro Partito è particolarmente attento e critico per quanto riguarda la sicurezza dei Cittadini, perché sappiamo per esperienza, anche lavorativa, quanto questi problemi siano sentiti dalla Gente e di sicuro faremo sentire ancora la nostra voce.

Roberto Pierotti - Fronte Nazionale Assisi