Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Grazia sì, grazia no

Da giorni, ormai, non si parla d'altro che della possibile richiesta, da parte di Silvio Berlusconi, della grazia al presidente Napolitano, per la recente condanna in Cassazione. I fedelissimi del Cavaliere - personaggi che nella Prima Repubblica, al massimo, sarebbero stati confinati nella categoria 'nani e ballerine' e che oggi sono, come minimo, parlamentari - si stracciano le vesti e si dicono pronti a tutto, se non sarà restituita l'agibilità politica al leader del centrodestra. Certo, fa paura l'eliminazione per via giudiziaria di un politico che riscuote ancora milioni di consensi, ma nessuno dice quel che tutti sanno:

se Berlusconi chiederà e otterrà la grazia, tra pochi mesi saremo daccapo, perché sul capo di Berlusconi pendono altri giudizi e altri processi e, per quanto sia innegabile l'accanimento di certe Procure nei suoi confronti, è altrettanto innegabile che siamo di fronte a un personaggio che, politicamente, è arrivato al capolinea. Ed è un vero delitto che, in un simile contesto, le donne e gli uomini che hanno un passato nella comunità di quella che è stata la destra italiana stiano fermi, come inebetiti, ad aspettare il verbo di Alfano o della Gelmini. È il momento di smarcarsi definitivamente dai nani e dalle ballerine e di restituire forza e dignità a quelle idee e quei valori, che caratterizzarono una comunità e che furono difesi fino alla morte da tanti giovani negli anni di piombo. Il Fronte Nazionale è una casa aperta, per chiunque voglia lottare per quelle idee e quei valori, così da contribuire alla rinascita, anche morale, della Nazione.