Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Lettera aperta a Marco Pannella di sostegno per i referendum sulla giustizia

Caro Pannella,
ho letto con attenzione i referendum proposti dai Radicali, per quella che definite una "giustizia giusta", e credo che la vostra battaglia debba essere sostenuta quasi in toto. Sui referendum per droghe, divorzio breve e immigrazione, infatti, ritengo necessario un approfondimento all'interno del movimento che rappresento, prima di assumere una posizione ufficiale.
Gli altri sette referendum che proponete, però, possono e devono essere appoggiati, perché davvero - se si riusciranno a raccogliere le firme necessarie e gli Italiani, poi, vi daranno ragione - c'è la possibilità di dare una svolta, di cambiare in maniera sostanziale il Pianeta Giustizia, che oggi non funziona e crea danni sotto tutti i profili, da quello economico, allontanando gli investitori esteri, e da quello sociale, con carceri indegne di un Paese civile, tanto che, ciclicamente l'Italia riceve richiami e condanne dai vari organismi internazionali, per il sovraffollamento e le condizioni in cui, quindi, sono costretti i detenuti.

È inutile sottolineare, caro Pannella, che le nostre posizioni sono state, nel corso di questi decenni, molto distanti, su quasi tutti gli argomenti via via oggetto di dibattito politico. Ma è indubbio che la tua azione è sempre stata animata da una straordinaria passione, che non può non essere riconosciuta e che assume maggior valore oggi, in un momento in cui la scena politica è popolata da nani e ballerine, improvvisamente assurti a protagonisti.
Ecco, dunque, che, con questa mia breve lettera, voglio darti il pieno appoggio - e, se lo riterrai utile e necessario, anche un sostegno per la raccolta delle firme - mio e del Fronte Nazionale, un movimento politico troppo spesso messo all'indice da chi non sa nemmeno di cosa parla. Il nostro obiettivo è semplice: in una Nazione in cui non ha più senso parlare di destra e di sinistra, unite al governo, vogliamo solo mettere insieme quel che c'è di buono, a livello politico, sociale, culturale, intellettuale, per rilanciare la nostra amata Italia. E i referendum proposti dai Radicali, a mio giudizio, rappresentano, in questo senso, un'occasione da non perdere.

Ti saluto con simpatia

Adriano Tilgher