Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Il Fronte appoggia la proposta di legge per la legittima difesa.

La "volutamente imparziale" informazione mediatica, ha spinto molti a credere che la raccolta firme finalizzata alla presentazione della proposta di legge per la legittima difesa, sia in realtà la richiesta di un referendum. E’ bene ricordare che la legislazione italiana non permette la richiesta di referendum che non siano abrogativi di una legge già esistente. La raccolta firme indetta dall’I.D.V., serve per presentare, come previsto dall’ articolo 71 della costituzione, una proposta di legge popolare. Per la raccolta, c’è tempo ancora pochissimi giorni , potete farlo recandovi presso l’ufficio anagrafe del comune di appartenenza dove dovrebbero essere a disposizione i moduli. (Il condizionale è d'obbligo, perché ci risulta che alcuni Comuni, abbiano fatto ostruzionismo rifiutandosi di stampare i moduli). Per firmare sono richieste unicamente carta di identità valida e residenza. Il testo è il seguente: “In ottemperanza alle statuizioni degli artt. 13 – comma 1 -, 14 -comma 1 – e 42 – comma 2 — della Costituzione, le azioni poste in essere a difesa della inviolabilità del domicilio, della incolumità personale propria e di coloro che nel domicilio si trovino legittimamente, della proprietà e dei beni ad essa connessi anche per l’esercizio di impresa privata o pubblica, ovvero contro tentativi di sottrazione violenta di beni propri o altrui, sono da considerarsi legittime e non punibili. Nessuna azione risarcitoria potrà essere esperita da coloro che, in conseguenza di tentativi di violazione di domicilio, di rapina, di scippo o comunque di indebita sottrazione di beni altrui, abbiano riportato lesioni di qualsiasi entità dalla reazione degli aggrediti. Le pene attualmente previste dalle vigenti disposizioni sono triplicate, con esclusione di qualsiasi attenuante o beneficio pro reo anche di natura processuale, nei casi di azioni effettuate in danno di persone anziane, o disabili, o comunque in condizione di scarsa difendibilità personale”. Lo scopo della proposta è di rinforzare la legittima difesa, tutelare l’inviolabilità del domicilio, ma soprattutto evitare che l’aggressore si possa trasformare in vittima. Con i nostri militanti, saremo presenti nei principali Comuni, a sostegno di questa iniziativa, che deve superare le barricate ideologiche, e puntare alla sola cosa che conta, la sicurezza dei cittadini”.