Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Fronte Nazionale Latina: Sicurezza, legalità e coerenza.

Maggiore sicurezza per la città, per i suoi abitanti, per coloro che la frequentano per motivi lavorativi, di studio o diporto. Senza sicurezza, senza un adeguato controllo del territorio, senza una struttura capillare che garantisca, rapidamente ed efficacemente, prevenzione, repressione, certezza della pena, non c’è prospettiva futura, non ci può essere un reale raccordo con le Istituzioni, non c’è possibilità di sviluppo economico, di prosperità sociale, di crescita culturale. Solidarietà e rispetto per tutti rappresentanti delle Forze dell’Ordine e che svolgono, quotidianamente, la loro attività in un clima tutt’altro che sereno. Sottolineiamo, però, la necessità di non essere “forti con i deboli e deboli con i forti”.

Il momento storico in cui ci troviamo a vivere, le disparità di condizioni sociali che si delineano in maniera chiara, la crisi economica alla quale la politica sembra non riuscire a far fronte, lo impongono. Le misure, pertanto, andrebbero applicate avendo, tuttavia, ben chiaro che, per taluni, scegliere di sopravvivere può significare “vivere nell’illegalità”. Occupare uno stabile non è lecito ed è illegale ma. Non pagare tasse dovute è illegale. Non pagare il bollo dell’auto è illegale. Non pagare l’assicurazione della propria auto è illegale e pericoloso per se e per gli altri. Lavorare nonostante non vengano pagati i contributi è illegale, è contro la legge ed è contro la dignità umana nonostante, di questi tempi, venga considerato comunque un privilegio. Siamo per la legalità. Siamo per l’ordine. Siamo per la giustizia. Non vogliamo essere fraintesi. Ma vogliamo anche dire, a chiare lettere,  che sono anni che proclamiamo la necessità di porre in essere  leggi e azioni politiche che consentano alle famiglie di accedere ad un mutuo sociale. A gran voce ripetiamo che non è possibile vivere in città soffocate dal cemento senza un proporzionato indice di abitazioni a tasso agevolato o a canone zero per le fasce più deboli. Che vanno messe in campo tutte le iniziative necessarie a scongiurare la delocalizzazione delle aziende; che si dovrebbero creare nuove opportunità lavorative sulla base del concetto di sviluppo sostenibile. Che ci stiamo allontanando, inesorabilmente, dal concetto di “stato sociale”. La realtà è ben diversa: Facciamo propaganda ma poi i giovani, invece di essere garantiti, sono violentemente messi difronte all’incoerenza istituzionale che li fa lavorare ma non li paga, o li paga in ritardo o pretende che paghino le aziende che li ospitano; gli istituti di credito falliscono, hanno sulla coscienza casi di reale disperazione ma lo Stato e l’Europa varano misure e Leggi a loro vantaggio. Circolano individui, sul nostro territorio, la moralità dei quali non riusciamo a controllare e coloro che operano nel settore della piccola e media impresa sono costretti a chiudere perché non possono nascondersi e cadono, inesorabilmente, nella morsa di tasse e tributi che non sono proporzionate alla capacità di produrre reddito. I servizi primari sono al collasso. Persone che hanno lavorato per una vita intera o che rappresentano, a tutt’oggi, la fragile ossatura sulla quale si regge il sistema economico, nella fruizioni di servizi sociali sono sorpassati da tanti “iseezero” che non si capisce a quale titolo accedano a “ricchezze immateriali se non hanno contribuito a crearle” e, soprattutto, senza la certezza che vengano controllati. Si scivola verso il baratro e gli unici barlumi di speranza sono rappresentati da messaggi pubblicitari che ci invitano a spendere “rateizzando a costo zero” o le coloratissime tentatrici di probabili vincite milionarie, alle quali persone incapaci di reagire diversamente, affidano l’illusione di modificare il proprio futuro.  Un rappresentante delle Forze dell’Ordine è stato ricoverato per un malore occorsogli in seguito allo sciopero della fame (vero) al quale si stava sottoponendo. Perché? Per ottenere attenzione e maggiore considerazione per la categoria; perché un collega sembra sia stato sospeso con relativo taglio di stipendio, per aver denunciato lo stato di disagio vissuto da coloro che operano a garanzia della sicurezza dei cittadini. Servire lo Stato è un Onore ma lo Stato ha il dovere di mettere a disposizione quanto necessario allo svolgimento del servizio, senza se e senza ma. Scegliere la Legalità è un dovere di qualunque cittadino ma anche pretendere che lo Stato garantisca le condizioni per la conduzione di una vita dignitosamente vissuta. Il Fronte Nazionale rivendica la necessità di mettere in campo ogni azione atta a prevenire, a tutti i livelli, gli atti criminosi ma, soprattutto, a combattere la microcriminalità contribuendo a ristabilire una certa percezione di insicurezza. La Sicurezza è un diritto a servizio della libertà di movimento, di espressione e di mobilità. Perché questa venga garantita è necessario che coloro che operano per il raggiungimento di tale obiettivo siano messi in condizione di poterlo fare; che abbiano strumenti giusti, formazione adeguata e che siano in numero sufficiente ad espletare le loro funzioni. Se è vero che le Persone deputate alla sicurezza dei cittadini e a far rispettare le regole hanno la sensazione di non poterlo fare secondo il Giuramento al quale sono tenuti, è l’inizio della fine.
 
Fronte Nazionale Latina