Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Gli Usa vogliono coinvolgerci in una guerra sanguinosa. Il "Nobel per la pace", Obama è pronto alla guerra.

Stati Uniti pronti a dispiegare mezzi pesanti nei Paesi Baltici.
Carri armati, armamenti pesanti e 5mila soldati. Gli Stati Uniti provocano il Cremlino. Secondo fonti americane ed europee, riportate dal New York Times, il Pentagono sarebbe infatti pronto a dispiegare mezzi e armi pesanti nei Paesi baltici e in diversi Paesi dell'Est Europa, provocando di fatto la Russia che non vedrà di buon occhio militari occidentali ai suoi confini.
Gli Usa giocano sulla pelle dei popoli europei e se dovessero dare il via all'operazione, sarebbe la prima volta dalla fine della Guerra Fredda che ammassano tale tipo di armamenti e in tale entità nel Vecchio Continente: carri armati, veicoli da combattimento per la fanteria e altri armamenti pesanti per un impiego di circa 5mila soldati. I Paesi coinvolti sarebbero quelli della ex Unione sovietica oggi nuovi membri della Nato: la Polonia, la Repubblica Ceca, la Romania, la Bulgaria, la Lettonia, la Lituania e l'Estonia. Tutti stati in cui l'allarme è ai massimi livelli da quando Mosca ha deciso l'annessione della penisola della Crimea con libere elezioni.
Il messaggio che sta dietro a una tale decisione sarebbe diretto anche agli alleati dell'Europa occidentale che sono chiamati a giorni a rinnovare le sanzioni contro Mosca e che Washington vuole restino impegnati anche sulla possibilità di nuove sanzioni in futuro. L'Italia, come al solito, visto che conta come il 2 di picche, si inchinerà agli ordini Usa, continuando ad imporre le sanzioni e provocando la chiusura, (come è già successo), di centinaia di aziende italiane che esportano in Russia. Con questo governo, siamo destinati al suicidio.

Redazione