Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Cambiamo pagina

Patetico il commento del Segretario Verbanese della “Lega Nord” De Magistris. Il Direttivo Provinciale della Lega Nord ha ratificato le mie dimissioni e di conseguenza la mia uscita dalla Lega il 12.01.2015. Da allora, nessun contatto tra me ed esponenti della Lega locali che hanno solo pensato di indirizzare una lettera al Presidente del Consiglio in cui mi inibivano a rappresentare la "Lega Nord" in consiglio, motivo per cui ho rinominato il gruppo "Indipendenti per Verbania". Questo in coerenza col gruppo che mi aveva eletto e che non era in rappresentanza della sola Lega , bensì espressione di alleanza tra Lega e Indipendenti. Evidentemente il Segretario De Magistris auspicava la mia eclissi dalla scena politica attraverso un passaggio nel Limbo del Gruppo Misto. Sara Bignardi non ha tradito le idee, ma ha coerentemente deciso di portarle avanti col Fronte Nazionale che al momento, con un progetto senza equivoci e di respiro nazionale (come era inizialmente nelle intenzioni di Salvini col progetto Lega dei Popoli aperta al centro-sud) propugna, da tempi non sospetti, soluzioni ai problemi dell'immigrazione, all'attenzione primaria dei problemi degli Italiani in difficolta', al superamento dell'Euro, alla nascita di un'Europa politica e non solo economica diretta da banchieri attenti solo ai propri interessi, sempre senza perdere di vista e ribadendo i principi etici e meritocratici che esaltano la dignità umana.

Chi mi ha votato, ritrova ancora, in ciò che porterò avanti come Fronte Nazionale assieme a Tigano, i concetti che in gran parte abbiamo in comune con la Lega. Certo fa bene De Magistris ad affermare nel proprio comunicato "Voglio occuparmi della Lega Nord e dei suoi militanti veri". Dovrebbe solo spiegare per quale motivo mi ha voluto candidata in una lista mista “Lega - Indipendenti”, accettando il rischio, poi verificatosi, che una candidata indipendente superasse in preferenze rappresentanti di punta di un Partito che non ha dimostrato la forza di eleggerli, nonostante il vantato radicamento nella realtà cittadina. Per concludere, nella premessa De Magistris sostiene : "la questione interessa poco al movimento che rappresento, la consigliera ha lasciato il movimento, ne abbiamo preso atto e onestamente non è più nei miei e nostri pensieri". Mi auguro davvero che, una volta per tutte, il Segretario si occupi della propria sezione e dei suoi militanti e non di quello che sono le decisioni e le prese di posizione della sottoscritta.

Sara Bignardi
Consigliere del Fronte Nazionale di Verbania