Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Buon anno agli italiani

Il 2014 volge alla fine, un nuovo anno è alle porte: è giunto il momento, per tutti, di fare alcune riflessioni, che vedano al di là della sfera personale e traguardino il destino del Popolo Italiano.
Abbiamo assistito, in questi mesi e negli ultimi anni, al declino della Politica, quella con la P maiuscola, quella rivolta al bene comune, al Popolo, appunto, Politica che sta lasciando il passo, sempre più platealmente, al clientelismo, al malaffare, alla cattiva fede dei politicanti da 4 soldi, di centro destra e centro sinistra, votati, in solido, a poteri che valicano i confini degli interessi della Nazione e, in buona misura, sono evidentemente riconducibili a quelli delle lobbies che rappresentano.
"Riciclati" a vario titolo che difendono i propri privilegi, sottraggono indebitamente denaro agli Italiani, si vendono per pochi, o forse tanti (è uguale) spicci per mantenere i propri privilegi ai danni dei lavoratori, degli imprenditori e, soprattutto dei più deboli, ammucchiando fortune che non riuscirebbero a spendere nemmeno se avessero 3 o 4 vite: il Dio denaro, il mito della ricchezza, l'annientamento progressivo dell'etica, la mercificazione della vita.
Gli Italiani ancora stentano a consapevolizzarsi rispetto alle tragedie sociali perpetrate, forse perché ancora non appartengono al loro microcosmo di vita e ritengono che non ne faranno mai parte.
Ma non è così! La popolazione che scivola al di sotto della soglia di povertà aumenta inesorabilmente nel silenzio assordante del qualunquismo imperante, indotto e promosso dai media.

Mi auspico che il 2015 porti a tutti gli Italiani che ancora, oggi, stanno a guardare, la spinta per regalare al prossimo il proprio impegno nel Sociale, nella Politica, quella con la P maiuscola, affinché possa crescere la concreta speranza di una Nazione Sovrana, giusta, sociale.
A chi ritiene che questo sia un sogno dico che la Storia, la civiltà, il progresso non sono che sogni che si sono realizzati.
Per costruire non serve volgersi al passato, è inutile guardare indietro: si parta da oggi e si volga lo sguardo al futuro, facendo tesoro della Storia e della cultura millenaria che contraddistingue la nostra grande terra.
La Sovranità, la ricostruzione del tessuto sociale degradato da troppi anni di malgoverno, l'onestà ed i valori, il Popolo prima di tutto, la giustizia, la precedenza agli Italiani per salvare innanzitutto coloro che sono sull'orlo di un baratro grazie alle sporche politiche dei buonisti di turno che, con le politiche false buoniste dell'accoglienza promosse negli ultimi anni, hanno firmato il fenomeno della nuova schiavitù, quella moderna, privando gli Italiani della libertà di essere padroni a casa propria.
E' ora di dire basta e si devono alzare le voci di tutti: è un sogno, ma può diventare realtà.
Questo e il mio augurio per il 2015, che rivolgo a tutti voi: per il futuro degli Italiani non parole, azione.

Simona Bossi
Segretario Regionale del Lazio Fronte Nazionale