Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Roma: la nuova Tor Sapienza

“Il “Mare nostrum” nostrano, quello su cui sono stati spesi fiumi di parole e scritti fiumi d’inchiostro nell’ultimo anno, a sfregio delle pubbliche opinioni e della congiuntura economica che definire sfavorevole era, ed è, un eufemismo, continua ad alimentare la guerra tra poveri e, in questo clima, gli “sbarchi” di immigrati a Fiano Romano, negli ultimi mesi sono continuati, alla spicciolata, nell’indifferenza dell’amministrazione locale, maggioranza ed opposizione che, a sfregio del dissenso manifestato dalla popolazione, ha permesso che ciò avvenisse.
E, fino qui, è storia, ma insistenti “voci di Popolo” OGGI parlano di un importante inserimento di extracomunitari che dovrebbero essere trasferiti (e, a valle dei disordini di Tor Sapienza dei giorni scorsi, viene da chiedersi “da dove arrivano?”) in un albergo, vuoto da anni, in una zona centrale e residenziale di recente costruzione a Fiano Romano.

Adesso, però, la popolazione non è più disposta ad accettare sacrifici inenarrabili per sbarcare il lunario, in un contesto dove la disoccupazione miete migliaia di vittime al giorno e le politiche sociali sono state azzerate, negli ultimi anni di malgoverno, per mano di politicanti clientelisti e privi di scrupolo, mentre centinaia di persone vivono a nostre spese senza alcuna preoccupazione: casa, cibo (anche se spesso non gradiscono ed osano persino lamentarsi!), scuole, assistenza medica e mezzi pubblici... giacché loro il biglietto non lo pagano certo!

I cittadini hanno chiesto aiuto al Fronte Nazionale e noi siamo pronti a scendere in piazza. Impediremo che Fiano Romano diventi quell’area suburbana degradata dove raggruppare minoranze emarginate senza alcuna possibilità, né progetto di integrazione; combatteremo a fianco dei più bisognosi, affinché non vengano defraudati del diritto di vivere civilmente e di accedere ai servizi sociali, per restituire quella speranza di vita ai molti che, oggi, non ne hanno altre; combatteremo i radical chic locali, di destra, sinistra o dilettanti allo sbaraglio che siano, che promuovono buonismo, a patto che la guerra fra poveri, poi, si compia lontano dalle loro ville; avverseremo, senza se e senza ma, questa nuova iniezione di ingiustizia.

Le istituzioni locali pensano di avere messo a tacere il dissenso del Popolo semplicemente scaricando le responsabilità il più lontano possibile, con i soliti raggiri propagandistici da politici della vecchia scuola, ma stavolta anche grazie al contributo di un manipolo di imbarazzanti “pseudo politicanti” del 5 Stelle locale che, sedando e manipolando il malcontento dei cittadini, ha promosso ed ottenuto un incontro col sindaco per porre una manciata di “non domande” che hanno avuto “non risposte”, contribuendo, vanamente, a confondere l’opinione pubblica, per soffocare qualunque conflittualità e ricondurre le consapevolezze all’interno del “rassicurante” pensiero unico buonista, con lo scopo di offuscare la lucidità di coloro che, in realtà, hanno già detto BASTA! Ma se pensano di poter manipolare il Popolo e piegarlo agli interessi dei pochi, calpestando equità e giustizia, dovranno fare i conti col Fronte Nazionale, altro che chiacchiere!
Quando Noi arriveremo, gli altri partiranno! Precedenza agli Italiani!

Simona Bossi
Segretario Regionale del Lazio Fronte Nazionale