Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Via le sanzioni alla Russia, per colpa degli USA ci stiamo suicidando

Complimenti. Ci stiamo distinguendo per lo zelo con cui stiamo applicando le sanzioni contro Mosca. Noi, che siamo il secondo partner commerciale della Russia, con un interscambio che sfiora i 27 miliardi di euro ed esportazioni che nel 2013 hanno toccato gli 11 miliardi, abbiamo scelto l'eutanasia.
Il governo antinazionale di Renzi naturalmente preferisce inchinarsi ai voleri degli Stati Uniti, piuttosto che garantire la nostra economia. La nostra crescita economica è da mesi sottozero e queste sanzioni si stanno rivelando un boomerang. Secondo le prime stime, la «guerra» a Putin è costata all'Italia circa 2,5 miliardi di euro. E a farne le spese ci sono imprese di tutti i generi, dal lusso agli alimentari. Questi ultimi sembrano i più penalizzati. Lo scorso anno l'export era di circa 440 milioni di euro, con prodotti che hanno come mercato principale proprio quello russo, come il Parmigiano Reggiano. Ebbene, secondo la Coldiretti i danni hanno raggiunto quota 217 milioni, con 54 categorie di prodotti (tra cui ortofrutta, pasta e carni) che sostenevano l'arrancante economia italiana. Naturalmente Bruxelles ha messo in piedi un piano di emergenza per sostenere il settore, ma i soldi a disposizione sono una briciola rispetto al danno effettivo.
Putin non dimostra alcun timore per le sanzioni europee, visto che ha già trovato i fornitori che ci rimpiazzeranno. Come l'Argentina per le carni o Cina, Israele, Egitto, Turchia e altri ancora per i prodotti agricoli. Ora è lo spettro energetico a fare più paura.