Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

I deliri a cinque stelle

Si direbbe che i 5 stelle, anche a Fiano Romano, all’improvviso, come apparendo dal nulla e rompendo il silenzio che appartiene loro, giacché con fierezza e, forse, un briciolo, ma giusto un briciolo, di arroganza, già sostengono: “non abbiamo bisogno di mostrare alcuna presenza sul territorio, tanto abbiamo già in pugno le prossime elezioni amministrative locali!”, nel maldestro tentativo di rompere questo silenzio imbarazzante, comincino a prendere “fischi per fiaschi”, attività nella quale sono peraltro grandi maestri, vista la posizione presa formalmente con la lettera al sindaco datata 1 ottobre 2014, riguardo il problema degli immigrati. 
Come denunciato lo scorso settembre dal Fronte Nazionale, a Fiano Romano sono ospitati, ovviamente a spese degli Italiani, circa 150 migranti nel residence di via Milano ed altri, in sordina ed in gran segreto, sono stati inviati, o la saranno a breve, dalla Prefettura, a seguito dello svuotamento di Corcolle, a rimpinguare le fila di quelli già presenti sui territori fra Fiano Romano e Castelnuovo di Porto, realtà, quest’ultima, già particolarmente provata da una presenza massiccia di stranieri, visto il Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo che Castelnuovo di Porto ospita da anni. Nessuna notizia è trapelata riguardo le strutture dove sono state indirizzate queste persone, né di quante persone si tratti esattamente. Questi i fatti. CONSIDERATO:

  • le difficoltà economiche, la disoccupazione, le emergenze abitative, i costi della vita con i quali una buona parte del nostro Popolo, oggi, è ormai costretta a misurarsi, soprattutto nei territori citati che già molto hanno sacrificato sull’altare dell’accoglienza;
  • che non esiste sistema alcuno che possa tutelare la sicurezza dei cittadini laddove e quando vengono iniettati nel tessuto sociale, a suon di centinaia per volta, soggetti rispetto ai quali ancora non è avvenuto alcun controllo riguardo l’idoneità per l’ottenimento dell’asilo politico, la provenienza e, financo, le generalità
  • che il rischio di infiltrazione di cellule terroristiche è elevatissimo;
  • che questi soggetti, per tutto quanto suddetto, si trovano nell’impossibilità di accedere al mondo del lavoro, per altro oggettivamente incapace, a prescindere, di accoglierli in una realtà storico/economica di recessione completamente fuori controllo;
  • che visti i presupposti è inevitabile che queste persone si raccolgano a questuare fuori dai supermercati, creando un clima di tensione inaccettabile, lesivo della libertà individuale di ciascuno;
  • che i costi di questa farsa vengono profumatamente pagati dai cittadini italiani, indotti a condurre, loro malgrado, un’aspra guerra che altro non è se non una guerra tra poveri, rischiando inoltre di essere tacciati di “razzismo”;
  • che i Paesi di provenienza di questi migranti dovrebbero essere oggetto di massicci investimenti, da parte del mondo occidentale, al fine di creare occupazione, quindi dignità, a casa loro;
  • che gli Italiani caduti in disgrazia e scivolati al di sotto della soglia di povertà negli ultimi 5 anni sono aumentati esponenzialmente.

Tutto ciò detto, suona come una presa in giro quella del 5 stelle fianese che chiede conto al sindaco, dopo che il loro partito ha votato in Parlamento a favore dell’abolizione del reato di “immigrazione clandestina”, aprendo così il sipario del marasma che ha avuto inizio proprio a valle di questa nefasta scelta, di quali siano le associazioni che assistono i migranti, o del giro di denaro coinvolto, rispetto al quale sono stati già scritti fiumi di inchiostro da un anno a questa parte (ma forse i pentastellati erano assopiti), o di una utopistica tutela della sicurezza, o della qualità dell’assistenza sanitaria che viene loro garantita (beati loro!), aspetto questo, e forse l’unico, che certamente non presenta falle, o, e siamo al paradosso, di avere rassicurazioni e sapere (cito testualmente): se è garantita ai migranti una qualità della vita come indicato dalle norme in vigore!

Il Fronte Nazionale semplicemente dice: ADESSO BASTA. PRECEDENZA AGLI ITALIANI 

Simona Bossi
Segretario Regionale del Lazio