Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Firenze: noi non abbiamo bisogno

La situazione drastica italiana suggerisce un’amara considerazione: gli italiani stanno accettando la perdita della loro sovranità con colpevole rassegnazione ed ignavia o qualcosa cova sotto la cenere?
A prima vista il popolo italiano non sembra aver più la spina dorsale dritta da poter mettere insieme una qualsivoglia plausibile reazione, probabilmente cadendo nel tranello messo in atto da politici senza scrupoli con il quale si provoca un “disamoramento” della gente verso quello spettacolo osceno che è oggi la politica al fine di poter fare i propri comodi indisturbati, in fondo l’astensionismo non è poi così grave, anzi.
La domanda da porci al più presto e che gira fremente per le nostre menti è: abbiamo noi bisogno delle cosiddette nuove risorse?

Quali sono e saranno gli effetti dell’immigrazione selvaggia del nostro paese da parte di popolazioni che nulla hanno a che fare con la nostra cultura e tradizioni?
Perché i nostri governanti hanno smarrito anche la benché minima vena nazionalistica a prescindere dalla loro provenienza politica?
La risposta è nel titolo: noi non abbiamo bisogno.
Non abbiamo bisogno in quanto questa “invasione” provocherà inevitabili disagi sociali, già visibili ed in forte aumento oggi, provocherà guerre fra poveri, con tutte le conseguenze che si possono immaginare.
La nostra storia, cultura e tradizioni ci dicono che siamo un popolo geniale che può far tranquillamente “da solo”, non abbiamo rivali in questo, anche se politici venduti e vili stanno accogliendo centinaia di migliaia di immigrati, i nuovi italiani, e ci stanno decisamente invitando a lasciare il nostro paese.
La risposta del nostro Fronte Nazionale dovrà, in sintesi, corrispondere a due sole parole: Ius Sanguinis.
Un principio che premia la preferenza nazionale in tutti i campi, assistenza sociale, assegnazione case popolari e quant’altro.
Chi ha costruito l’Italia e pagato le tasse ha diritto ad abitarla ed a godere dei diritti e doveri che il suo status impone e concede, così come i suoi discendenti, non devono esistere individui che impediscono, di fatto, il godimento dei propri diritti agli italiani con la connivenza delle istituzioni svendute ai potentati di turno.
Allora avanti Fronte e avanti italiani, nell’unione nazionalistica che può salvare il futuro nostro e dei nostri figli.

Pierluigi Pozzi Coordinatore prov.le di Firenze fronte Nazionale