Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Gli intoccabili giudici della Casta

Lungi da noi il voler difendere il liberista Berlusconi, che tanti guai insieme ai suoi sodali degli altri partiti, ha provocato al nostro Paese, ma gli intoccabili giudici buttano dalla finestra milioni di euro che lo Stato preleva dalle tasche degli italiani, per tenere in piedi teoremi e processi completamente privi di qualsiasi fondamento, senza prove testimoniali né documentali come nel caso dell'uomo di Arcore.
Nelle aule dei tribunali c'è scritto che "la legge è uguale per tutti", ma è evidente che per alcuni non è cosi. Si, proprio i giudici, che sono diventati una casta intoccabile. Loro non devono preoccuparsi di commettere errori, o peggio ancora di usare la giustizia come mezzo politico per eliminare gli avversari. Non hanno nessuna responsabilità civile e penale e se sbagliano, con dolo o meno, è lo Stato (quindi noi cittadini) a pagare. Quando si è trattato di votare la loro responsabilità civile, il sistema ha fatto quadrato e si è opposto, compreso chi questa casta dice di combattere, e cioé il M5S.
Sono la lobby più forte nel paese, con poteri e privilegi immutati nel tempo. Hanno le paghe più alte d’Europa, pensioni d’oro, 51 giorni di ferie l’anno e i privilegi di un sistema unico (in quanto ad anomalie) nel mondo.
Mentre i salari sono dimezzati, al contrario, i magistrati se lo vedono quintuplicare. Lo dicono gli stessi dell’Anm: “Se, infatti, si mettono a confronto gli stipendi dei magistrati prima dell’ingresso nella moneta unica e quelli degli anni successivi è agevole riscontrare che gli stipendi sono cresciuti circa del 30% in 5 anni e circa del 60% in 10 anni”. E poi i privilegi: un qualsiasi giudice è esente dalle multe per sosta vietata, perfino se parcheggia per andare a casa; ha uno sconto del tutto particolare per acquistare la macchina Fiat e possono svolgere attività extragiudiziarie (ad esempio i magistrati fuori ruolo) in barba all’indipendenza stessa della magistratura. E come se non bastasse i familiari dei magistrati hanno vie preferenziali per quanto riguarda convenzioni con la sanità e la scuola; ma anche percorsi facili in politica e altri campi influenti.
Per non parlare delle intercettazioni, una pioggia di milioni di euro per pagare lo "Stato orecchione". Non serve più indagare, basta ascoltare! Prima o poi qualcuno commetterà qualche reato? Insomma, il denaro pubblico e il proprio potere usato in modo sconsiderato da chi sa di essere un intoccabile, di appartenere alla casta dei potenti che detengono il vero potere in questo malridotto Paese. Tutti i cittadini sono uguali davanti alla giustiza? Non è il nostro caso!