Дървен материал от www.emsien3.com

The best bookmaker bet365

Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

Dove sono gli italiani?

Il mio grido di dolore e disperazione, è rivolto agli Italiani. È mai possibile che di fronte allo sfacelo istituzionale, alla disintegrazione dei valori etici e morali, alla disperazione che ha portato ai numerosi suicidi di lavoratori e piccoli imprenditori, si risponda con il più assoluto distacco dalla realtà delle cose e si pensi solo al proprio egoistico spazio vitale? È mai possibile che nessuno si sia accorto che la macchina che ci sta distruggendo, non ha più conducente e chi crede ancora di esserne il pilota, è semplicemente un ingranaggio arrugginito e prossimo alla rottura? Quanto ancora dovete aspettare e sopportare prima di prendere coscienza che oramai l’Italia che conoscevamo o che sognavamo, non esiste più? Oggi, in un mondo condizionato dalla Finanza Mondiale, non si pongono più scelte in termini politici, bensì in termini esistenziali ed attraverso di esse, riformare il concetto di politica rivolta al Sociale e non al Personalismo bieco e becero che ha contraddistinto gli ultimi sessant’anni della nostra vita. È in gioco l’essenza stessa dell’uomo. Io lotto per l’uomo creatore, l’uomo libero, l’uomo capace di autodeterminarsi. Il Sistema borghese basato sulla mediocrità, sull’ignoranza, sul disinteresse della massa, ha paura di queste idee in quanto rappresentano le sole idee forza in questo momento storico.
È giunto il momento di far nascere l’uomo nuovo sulle rovine del mondo borghese.
Siamo noi che dobbiamo lottare in prima persona, assumendoci ognuno nel proprio ambito, l’onere e l’onore di cambiare questa nostra Italia. È giunto il momento di ribellarci alla lobotomizzazione impostaci da comportamenti e usanze che non sono nostre e che ci vengono propinate come conquiste di progresso e democraticità; parole che dicono tutto e non dicono nulla. Hanno volutamente e scientemente confinato la libertà e la cultura in espressioni telematiche come facebook e twitter dove, privando del confronto e del contatto umano i popoli di tutto il mondo, ne stanno artatamente modificando  le scelte individuali. Non sono contro il progresso e l’evoluzione tecnologica, ma quando questa viene usata per coercizzare subdolamente le scelte individuali a vantaggio di poche persone che controllano l’economia mondiale, io mi ribello e dico no. Per questo io chiedo ancora una volta: DOVE SONO GLI ITALIANI?

Salvatore Gjika